Hit enter to search or ESC to close

Gabriele Musante Illustratore

Da sempre ho accompagnato l’attività di illustratore e di artista con l’impegno professionale nel mondo della nautica, entrambe per passione. Dopo essermi diplomato al Liceo Artistico e poi all’Accademia di Belle Arti di Brera, mi son dedicato per alcuni anni alla vela per poi intraprendere la professione di illustratore a Milano per vari editori e riviste, tra cui “Bolina” con la quale ho avuto una lunga e proficua collaborazione, e per la quale, oltre alle innumerevoli illustrazioni che hanno animato le pagine della rivista, ho realizzato alcune storie a fumetti dedicate ai più famosi pionieri della navigazione da diporto. Successivamente mi son dedicato professionalmente al mare ed alla nautica toccando quasi tutti gli aspetti di questo settore: scuola di vela, allenatore agonistico, agenzia nautica, restauro cantieristico ed infine direzione di porti turistici.
Di recente ho deciso di tornare all’attività originaria di illustratore e di artista, con alcune realizzazioni editoriali, occupandomi di illustrazioni, graphic novel e esponendo le mie opere come nella mostra antologica "Di mare, d'amore e altre storie " del 2017 al Museo della Marineria di Cesenatico.
Vivo a Cattolica e come sempre inseguo le mie passioni, sul mare, dipingendolo e navigandolo sempre in cerca di nuovi orizzonti e approdi.

I MIEI LAVORI

Mostra di mare, d'amore e di altre storie

Sala Bolina

Sala d'amore

Sala Vincere

Ship Portrait

Illustrazioni

Pubblicazioni

DICONO DI ME

“Gabriele è illustratore ” figurativo” (aggettivo importante perché oggi l’illustrazione è in gran parte “astratta”) che intende dare il massimo della verità ottica dell’argomento illustrato, mantenendo tuttavia all’immagine quel tanto di prodigio che è il senso del l’illustrazione stessa, affinché essa possa provocare l’effetto monumentale che giustifica la fantasia che essa suscita in chi la guarda.

Gabriele Musante, a differenza degli illustratori del primo Novecento, che volevano descrivere l’argomento illustrato per aiutarne la comprensione, intende dare all’illustrazione quel tanto di “incognito indistinto”, per usare un termine dantesco, che fa sì che l’argomento illustrato offra al pubblico che guarda quel tanto che suscita la fantasia della gente comune e consente di capire oltre la banalità dell’argomento trattato e far conoscere meglio il tema svolto.

Possiamo dire che in un certo senso, Gabriele raccolga l’eredità del padre? Mi pare di sì, in quanto l’uno e l’altro si son posti in quel l’atteggiamento umano di servire il prossimo, con quella disposizione a raccogliere la poesia terrestre che Mario andava a cercare nelle campagne e Gabriele nell’intimità del sogno che l’illustrazione suggerisce ai comuni mortali”.

Raffaele De Grada
Mostra di pittura col padre Mario Palazzo Roncalli - Vigevano 23 - 31 ottobre 2004